Hotel California - Analisi armonica assolo - Quarta parte

Scritto da DanieleBazzani il 19/Jan/2011 alle 14:30

Sezione: Didattica

 

Quello che Don Felder e Joe Walsh suonano non è altro che la semplice progressione degli accordi utilizzando arpeggi a 3 e 4 note degli accordi stessi: gli arpeggi non sono altro che le note che compongono gli accordi ma "srotolate" come se fossero un tappeto.

Quindi nulla di eclatante, è come suonare gli accordi ma un pezzetto per volta, quello che rende il tutto interessante è la forma complessiva dell'esecuzione, il suono, il timing, il groove, il pathos che si è creato fino a quel punto.

Come potete notare le frasi vedono l'utilizzo estensivo di legature, soprattutto pull-offs, quelle discendenti, alla fine di ogni frase ognuno dei due musicisti suona un glissato su una nota più alta delle altre, soprattutto la parte bassa, di Joe Walsh, risulta complicata da eseguire, il rischio di errore dovendola eseguire è alto.

Alcune delle frasi, soprattutto quelle su 3 corde diverse, possono essere suonate dalla mano destra in un paio di modi: solo con il plettro o con tecnica mista, plettro pi๠medio e anulare. Vi lasciamo la scelta di come suonarle; come detto spesso in questi mesi, ci interessa l'aspetto armonico più di quello esecutivo.

Tutto è trascritto come sempre; nello spartito trovate il nome del chitarrista che sta suonando, gli esempi sono quelli del video. Quello che analizziamo in questa occasione è lo sviluppo principale di questa esecuzione a due voci, quella del disco ma va detto che dal vivo i nostri suonavano si due giri completi, ma il secondo con delle differenze assenti sulla versione in studio.

Questa termina con una sfumata, mentre sul palco c'è una chiusura di tutta la band, l'analisi non finisce qui, proprio perchè vi lasciamo il tempo di analizzare queste parti e poi, la prossima ed ultima volta, riempiremo gli intervalli fra le varie frasi con quello che Felder e Walsh suonano dal vivo.

L'intero assolo è pieno di spunti utilissimi, visto che gli accordi "stesi" sulla tastiera sono incredibilmente efficaci per suonare in qualsiasi stile, ogni frase puಠessere di ispirazione per suonare le nostre cose in altre situazioni.

Per qualsiasi chiarimento non esitate a chiedere, buon lavoro.

 Daniele Bazzani

 

 

 

Trascrizione e Tab in PDF