Articles

  • Digitech JamMan Loop Station

    Author: AlexUnder / Date: Mon, 01/11/2010 - 10:00

    Apriamo questo 2010 con un articolo che avevo in serbo per voi da mesi e ora, dopo svariate prove, E' venuto il momento di presentarvi questo pedale. Sia ben chiaro: il JamMan nasce come Loop prettamente per il live, non è versatile verso il pc come altri più moderni apparati in quanto la concezione costruttiva è di qualche anno fa, nonostante sfrutti una Memory Card ed abbia un'uscita USB. Non sono presenti al suo interno "factory loop", nè tantomeno batterie elettroniche configurabili. Analizziamo quindi le funzionalità , ma anche le svariate tecniche di utilizzo che questo ottimo pedale mette a disposizione. Come sempre i limiti sono nella propria mente.

  • Verniciatura chitarra solid-body

    Author: Kernel7 / Date: Sun, 06/29/2008 - 04:13

    L'avevo promesso ad un utente sul forum, e siccome le promesse vanno mantenute, ecco il papirone sulla verniciatura :) Se anche voi vi state avventurando nel Maggico Maggico Mondo dell'Autcostruzione, spero che questa guida possa fare al caso vostro: una guida passo-passo sulla verniciatura di una chitarra Solid-Body.

  • Cornford Hellcat. Pregi, difetti ed impressioni "on the road"

    Author: Luca Tolomeo / Date: Tue, 06/09/2009 - 22:10

    Ciao ragazzi, per prima cosa mi presento: mi chiamo Luca, ho 22 anni e scrivo da Roccasecca (un paesino in provincia di Frosinone, 120 Km a sud di Roma: insomma sono un ciociaro!). Leggo abitualmente Laster, che trovo molto interessante per il numero di argomenti trattati che offrono spesso la possibilità di capirne qualcosa di più relativamente a tanti prodotti. Per questo scrivo questo mio primo articolo in merito a un amplificatore che ho acquistato ai primi di febbraio e che ad oggi penso, dopo tante ore passateci a suonare, di poter recensire. L'amplificatore in questione è un Cornford modello Hellcat a testata, che suono (proprio per essere precisi) sulla mia cassa Mesa Rectocab con coni Vintage30.

     

  • Secret-1 Overdrive - By Secret EFX

    Author: DanieleBazzani / Date: Wed, 10/27/2010 - 20:18 / Tags: The Best

    È sempre un piacere iniziare il test di un oggetto prodotto in Italia. E se il prodotto è di qualità, come sempre più spesso accade, il piacere è ancora maggiore. L’oggetto in questione, l’overdrive Secret-1 della Secret EFX (390,00 euro Iva inclusa) di Luca Cesaroni e Guido Borghesani, nasce da un’idea dello stesso Luca, già protagonista del progetto Cloe Guitars di cui sia il web che la carta stampata si sono occupati in tempi recenti.

    - Videoclip inside -

  • ARIA

    Author: brunoritchie / Date: Sun, 02/05/2012 - 13:47

    Proseguo nel mio tentativo di descrivere curiosità , stranezze e rarità  in tema di chitarre elettriche. Buona lettura.

  • Quanto costa assemblare una chitarra?

    Author: CaptainHarlock / Date: Tue, 07/28/2009 - 01:05

    C'è riuscito Clapton... perchè non dovrei riuscirci io? Brian May ha costruito una chitarra da zero... ora, io a tanto non ci arrivo, però ad avvitare sono buono e a fare le saldature anche. In tanti lo fanno, la rete è piena di informazioni per farlo, e tutti dicono di ritrovarsi uno strumento magnifico che, a conti fatti, costa come una American Standard e vale più di una Custom Shop. I pezzi si trovano in giro e, a fare due conti, mi costa meno che andarla a comprare tutta fatta, con il vantaggio che posso comprare il tutto un po' alla volta e scegliermi i pezzi migliori. ...

  • Autocostruzione di una chitarra: non sempre va a finire bene

    Author: alfio / Date: Tue, 11/17/2009 - 17:30

    Questo articolo parla di un argomento molto gettonato, l’autocostruzione di una chitarra elettrica, ma la vicenda raccontata è un po' originale. Siamo davanti ad un lavoro eseguito da un hobbysta (e fin qui niente di nuovo), che ha cercato di operare con criterio (e fin qui niente di nuovo) pur commettendo qualche piccolo errore (e fin qui niente di nuovo) ma che termina con un risultato nient’affatto esaltante. Anzi, diciamola tutta: la chitarra suona proprio malino.

  • Gary Moore - Sangue d'Irlanda, una canzone Blue

    Author: L27 / Date: Thu, 02/10/2011 - 12:30 / Tags: The Best

    "Sofferenza maestra di vita" è stato detto e scritto da molti, e questa un'occasione triste lo è di certo, senza ricorrere alla retorica; un'occasione in cui avrei preferito accapigliarmi con qualcuno sul calcio o sulla politica. Ci tenevo a scrivere qualcosa per il chitarrista che quasi 30 anni fa mi indusse a provarci, ci tenevo perchè anche se non avessi scritto, avrei pensato e pensato e ricordato e sarebbero stati pensieri lasciati così, probabilmente senza capo nè coda, destinati a perdersi chissà dove, chissà quando. Mio zio Luigi (sempre lui) una sera mise un disco e a me sembrò che fosse giunta improvvisamente la fine del mondo.

  • L'età dell'oro del Made in Japan: l'epopea delle "Lawsuit"

    Author: Kernel7 / Date: Sat, 06/14/2008 - 16:15

    La nostra storia inizia alla metà degli anni '70. Il mercato degli strumenti musicali è in continua espansione e la domanda di chitarre e bassi inizia a salire vorticosamente. A quel tempo le marche più affermate (e con più fatturato) erano sicuramente Gibson e Fender; il loro problema, però, era che i loro strumenti, per un comune essere umano, costavano troppo e molti, per ovvi motivi, non riuscivano a mettere le mani su questi piccoli capolavori americani. Qualcuno, però, si mise a pensare un attimo, analizzò le richieste del mercato, si fece due conti e si disse: "Ma perchè non proporre delle copie di chitarre blasonate ben costruite e ad un quarto del prezzo?" ... e questo qualcuno lo fece!

  • Gibson Les Paul Junior 1958 - La riedizione

    Author: toccataefuga / Date: Tue, 03/16/2010 - 02:05

    Non è la recensione di una "vintage", ma della più economica Les Paul in commercio, che alla Gibson hanno deciso di chiamare così. Circa un anno fa mi sono comperato la Gibson Les Paul Junior, quella povera, con verniciatura "satin" e con la finitura (altisonante) Vintage Sunburst. E così, dopo questo po’ di tempo in cui ci ho giocato, ho deciso di raccontarvela, visto che pochi ne parlano, anzi sto pensando di essere l’unico ad avercela ...