Un Paese a Sei Corde 2010

Author: Redazione / Date: Fri, 05/28/2010 - 02:30 /

L'Associazione Culturale "La Finestra sul Lago" presenta "Un Paese a Sei Corde 2010". Chitarre sul lago d'Orta e oltre...

 

SABATO 5 GIUGNO

San Maurizio giardino Lagna (in caso di pioggia Teatro degli Scalpellini) presentazione CD “34 volte amore”: Un evento unico: tutti i chitarristi protagonisti del Cd “34 Volte Amore”, edito da fingerpicking.net, presentano il disco dal vivo in un concerto memorabile.

“Succede che ci s’innamori. Spesso la musica è causa o parte fondamentale del ricordo. Tanti autori italiani hanno scritto indimenticabili canzoni d’amore che fanno da colonna sonora al nostro tempo e disegnano nel nostro cuore teneri graffi che mai potranno guarire.

Noi di Fingerpicking.net abbiamo pensato di proporre delle inedite interpretazioni di alcuni di questi brani suonandoli senza le loro parole, affidandoci alla suggestione che il semplice suono della chitarra può suscitare.” (Giovanni Pelosi, musicista e direttore artistico dell’etichetta discografica)

SABATO 12 GIUGNO

Orta Sala Tallone -  Walter Lupi: Uno dei grandi della chitarra acustica in Italia, ha appena pubblicato un disco interamente dedicato alla musica di Lucio Battisti. Un vero capolavoro nel suo genere. Grazie alla sensibilità musicale di questo grande artista, e alla sua costante attenzione per nuove e originali proposte musicali, nasce "Spirali" (1998), disco che vede come produttore artistico e come "special guest" lo stesso Mauro Pagani e che testimonia l'assoluta esigenza di Walter Lupi di rinnovare continuamente la propria identità artistica.

Durante questo periodo di sperimentazione e di collaborazioni, decide di riprendere l'originario rapporto con il proprio strumento e nell'Agosto del 2000, incide per la prestigiosa etichetta discografica tedesca "Acoustic Music Records" un nuovo disco solista dal titolo "Shorts". Si confronta con discipline diverse, ricercando nuove forme di musica adatte a sostenere il lavoro di Trainers e Terapisti di tecniche di respirazione, meditazione e rilassamento. A seguito di questo ulteriore periodo di sperimentazione decide di creare un marchio, (Music Experience®) che identifica una produzione discografica mirata a mettere in risalto le potenzialità curative della musica.

DOMENICA 13 GIUGNO

Soriso sagrato chiesa S. Giacomo - Paolo Sereno propone il suo originalissimo Movie Concert, uno spettacolo di virtuosi arrangiamenti per chitarra con proiezione di montaggi creativi da film di successo. In uscita anche l’onomino disco. Tra i migliori autori e chitarristi acustici della nuova generazione, l’unico chitarrista italiano che ha suonato in concerto con Don Ross, Will Ackerman, Michael Manring e Antoine Dufour.

Sereno è divulgatore di uno stile musicale che utilizza la chitarra acustica in modo polifonico e virtuosistico affidando alle sei corde le varie parti musicali riprodotte normalmente in un gruppo da un basso, da un piano e da uno strumento solista, e a volte usando il legno della chitarra come essenziale percussione. Si presenta al pubblico con un repertorio che spazia da sue composizioni originali a musiche da colonne sonore come la celeberrima Nuovo Cinema Paradiso di Morricone, ad arrangiamenti di brani di Gershwin, Pat Metheny passando per i Beatles e Battisti.

SABATO 19 GIUGNO

Cressa cortile Municipio - Roberto Palmas: un gran suono e un ottimo gusto come compositore. Nella sua musicalità si trovano tracce di una contaminazione legata alla tradizione della sua terra, quanto al patrimonio mittleuropeo di area celtica. Roberto Palmas nasce a Cagliari nel 1957. Dopo il conseguimento dolla maturità classica, si laurea in Pedagogia, con tesi in Storia della musica, nel 1990.

Inizia a suonare la chitarra all'età di 15 anni, apprendendo lo studio della tecnica classica. Dal 2002, si dedica all'attività da solista testimoniata dall'uscita di un disco autoprodotto, "MANI COME NUVOLE" cui fa seguito, nel 2004, "LO SPIRITO DELLA TERRA", in cui Roberto intende restituire alla chitarra il meritato ruolo di protagonista che spesso le è stato sottratto. In quest'ultimo disco, firma egli stesso tutti i brani maturando l'avvicinamento alla tecnica compositiva già iniziata precedentemente.

Nell'aprile del 2008, esce il nuovo disco "RIPARTENZE", impreziosito, seppur limitatamente ad un solo brano, dalla partecipazione della fisarmonicista Emma Pucci. Oltre alcuni concerti italiani e parigini, anche quest'opera riscuote consensi sulla stampa nazionale.

 

 

SABATO 20 GIUGNO

Presso chiesa S. Bernardo - Davide Mastrangelo e Masella Restuccia: Punto fermo per la didattica nel nostro paese, grande concertista, Davide accompagna spesso dal vivo la splendida voce di Masella, compagna di vita e di arte. Considerato uno dei riferimenti principali per la didattica della chitarra fingerstyle in italia, è autore del primo e secondo volume del libro “Scuola di chitarra acustica” Lizard BMG-Ricordi (libri forniti di CD con, oltre gli esercizi, più di venti brani tra composizioni originali e arrangiamenti dell’autore), collabora con le riviste specializzate Chitarre e Axe; ha diretto per dieci anni la sede Lizard piemontese di Fontanetto Po (VC); è coordinatore dei seminari dell’Acoustic Guitar International Meeting di Sarzana.

Ha fondato nel 2005 il CSF CentroStudiFingerstyle (centro di perfezionamento per chitarra acustica con sede ad Arezzo) ed è compositore ed arrangiatore in vari stili musicali. Di ultima uscita per le edizioni Carisch il primo e secondo volume: “Standards for fingerstyle guitar” (libri con CD allegati).  Ha diviso il palco tra seminari e concerti con artisti nazionali e internazionali tra i quali: Alex De Grassi, Ed Gerhard, Johnny Hiland, Dick Gaughan, Soig Sibéril, Woody Mann, Bob Brozman, Franco Morone, Paolo Giordano, Giovanni Unterberger, Marco Di Maggio, Beppe Gambetta, Stochelo Rosenberg, Phil Leadbetter, Salvatore Russo, Diane Ponzio e altri.

SABATO 26 GIUGNO

Gozzano cortile Municipio - Roberta di Lorenzo: Musicista eclettica, non ha mai smesso dall’esordio di scrivere canzoni e nell’inverno 2007 ha ottenuto un’audizione con Eugenio Finardi. Con il quale poi ha realizzato il suo primo album, “L’occhio della luna”. Cantautrice raffinata e intensa, Roberta Di Lorenzo ad otto anni inizia lo studio del pianoforte con il maestro Antonio Artese. Compie gli studi classici a Termoli, dove vive fino al ‘99 quando si trasferisce a Firenze dove approfondisce lo studio della chitarra partecipando a numerose esibizioni live.

Nel 2001 si sposta a Torino dove si iscrive al Dams e frequenta il corso di canto al centro jazz. Nello stesso anno lavora per una compagnia di operette, frequenta l’Accademia della voce di Torino e studia nei successivi tre anni canto lirico, sotto la guida del soprano Laura Giorcelli. Negli stessi anni, numerose le esperienze corali e le partecipazioni a musical con la compagnia Hajdee company. Nel 2005 inizia un’intensa collaborazione con il gruppo vocale “L’una e cinque”, eccellente quintetto, vincitore di numerosi riconoscimenti nazionali ed internazionali, attivo dal 1995. Attualmente studia tecnica di canto con Marcella Amoruso.

DOMENICA 27 GIUGNO

Pettenasco cortile Casa medioevale - Jacques Stotzem: Il suo ultimo disco, ‘Catch the Spirit’ si è piazzato al primo posto delle chart in Belgio. Un artista con due anime, incredibilmente lirico e allo stesso tempo dotato di un groove irresistibile. Nel panorama acustico mondiale di oggi, Jacques Stotzem è uno dei chitarristi fingerstyle con lo stile più diversificato. Nato a Verviers, in Belgio, ha redistrato 11 dischi ed è in testa nella lista degli appassionati del genere. I lettori della prestigiosa rivista tedesta Akustik Gitarre lo hanno accostato a Leo Kottke, Paco De Lucia, Neil Young e Keb' Mo'.

E non è stupefacente come sembra. Il suo stile sullo strumento, di altissimo livello, combina al meglio senso melodico e un raro approccio alla dinamica che parla direttamente all’ascoltatore. Jacques, al contrario di molti altri chitarristi di oggi, possiede una profonda conoscenza dell’armonia, cosa evidente dalle sue composizioni. Tutto questo, unito assieme a un perfetto controllo dello strumento e una personalità solare. Dal 2006 la Martin Guitar, il celeberrimo marchioamericano, produce la OMC Jacques Stotzem Custom Signature Model su sue specifiche, il sogno di ogni chitarrista, la vera consacrazione di Jacques.

 

 

SABATO 7 AGOSTO

Orta frazione Legro - Davide Sgorlon: Il leitmotif presente nei suoi concerti si può condensare nella ricerca, attraverso lo strumento chitarra, di suoni e atmosfere raccolte in giro per il mondo, miscelandole con elementi presi dal Jazz, dal Rock, dalla Bossa….

Alcune nuove tecniche di esecuzione sulla chitarra elettroacustica ampliano notevolmente le possibilità espressive e timbriche di questo strumento, intorno al quale ritengo ci sia davvero una sorta di RIVOLUZIONE in atto ormai da anni.  L’idea di accompagnare i concerti con alcuni video realizzati appositamente, aiuta chi ascolta a fruire con ambo i sensi, di un viaggio a tratti solitario ed introspettivo, a tratti tangibile e variopinto. Il programma indicativo prevede tutte composizioni originali dell’autore, tranne uno forse due brani di autori particolarmente cari quali Ryuichi Sakamoto e Trilok Gurtu.

DOMENICA 15 AGOSTO

Nonio cortile delle scuole - Giò Marinuzzi e Andrea Filippucci: Romana di nascita, ma con il Brasile nel cuore, Giò Marinuzzi è una delle più intense interpreti della musica carioca. Canta e compone brani sia in italiano che in portoghese. Si esibirà accompagnata da Andrea Filippucci, un virtuoso della chitarra (usa sia la acustica che la classica) che suona uno strumento brasiliano divertentissimo: il cavaquinho

Nata in una famiglia di illustri musicisti, studia musica (pianoforte, prima con la nonna paterna, anch'essa pianista, poi con la madre) ma si distacca presto dalla "retta via": ai tempi della canzone di protesta del 1968 comincia a suonare la chitarra da autodidatta (successivamente studierà anche chitarra classica con il maestro Sergio Notaro) e milita poi in gruppi come il "Canzoniere del Lazio".

Si esibisce nei migliori jazz-clubs romani ed in vari teatri di tutta Italia, scrive anche colonne sonore e musiche per la televisione (come per lo sceneggiato per bambini "Ciondolino"), partecipa a programmi televisivi (tra cui ricordiamo per la Rai "L'altra domenica" di Renzo Arbore, "I numeri Uno" con Rossano Brazzi, "Carnevale di Alassio" presentato da Falcão e la Elmi, per GBR e Telemontecarlo numerosi recitals ed interviste) e radiofonici (tra cui "Folkoncerto", 13 puntate sulla storia della musica brasiliana e la recente "Storia della bossa nova" per "Storyville" tutte scritte e condotte dall'artista su RadioTre), ed esplora il territorio dello "swing" italiano con il gruppo revival "Swing in Italy", insieme alla vocalist Donatella Pandimiglio ed al pianista Riccardo Biseo.

Andrea Filippucci nasce a Roma nel 1980. Compositore, chitarrista e arrangiatore, è autore delle musiche di numerosi spettacoli di teatro danza. Come compositore collabora con la casa editrice Multidea scrivendo le musiche per “The Magic Wand”, corso multimediale di inglese per bambini; è autore, inoltre, delle musiche di un filmato realizzato dalla società di effetti speciali Videa. È attivo come arrangiatore anche nel campo dei musical, tra cui Heidi di D. Lees-Blakey e La storia infinita di R.Gori.

Dal 2001 collabora con il Teatro di Roma nell’ambito dei Laboratori Teatrali Integrati “Piero Gabrielli” come compositore, chitarrista e tastierista: sue le musiche de I vestiti nuovi dell’imperatore, in scena al Teatro Sette, in Roma, nel 2001; nel 2008 suona, inoltre, nello spettacolo Il Cerchio Magico, in scena a Montecarlo al teatro Princesse Grace, per la regia di Roberto Gandini. Svolge anche una notevole attività didattica, in particolare presso l’Accademia Nomos di Roma, dove è titolare delle cattedre di chitarra moderna, armonia e composizione, e dove partecipa attivamente a seminari di approfondimento e campus estivi.

SABATO 21 AGOSTO

Casale Corte Cerro cortile scuole - Paolo Giordano: Un vero virtuoso della sei corde, con un approccio allo strumento molto fisico. Nella sua musica tecniche moderne e tradizionali sono al servizio di composizioni di forte impatto, molto coinvolgenti.
Nato a Pescara nel 1962, Paolo inizia a suonare la chitarra a quattordici anni. Nel '95-'96 oltre a svolgere un'intensa attività didattica e concertistica, Paolo ha collaborato al disco di Biagio Antonacci "Il Mucchio", accompagnandolo anche nelle principali trasmissioni televisive.

L'anno 2000 vede l'uscita del secondo lavoro discografico " Kid in a toy shop " sempre per la Step Musique e con la presenza di musicisti straordinari come Michael Manring al basso, Jacqueline Perkins alla voce, Alex Acuna alle percussioni. Nel gennaio 2001 Paolo si esibisce nello spettacolo "All Star Guitar Night” durante l'esposizione NAMM a Los Angeles. Nella primavera riscuote positivi commenti per lo show tenuto in occasione dell'Acoustic Guitar International Meeting a Sarzana. 

Nel 2002 Paolo è di nuovo in America in Gennaio ed in Luglio.  Alla fine del 2004 Paolo ha suonato a Marsiglia e all’Acoustic Music Festival di Pescara. La musica di Paolo, nutrita anche da studi classici, va oltre le sue fonti di ispirazione anche se esse sono rintracciabili nelle linee melodiche e nelle immagini evocate. La sua tecnica straordinaria, che ha suscitato l'ammirazione del gotha della critica musicale internazionale, non è mai fine a se stessa, ma è messa al servizio dei sentimenti e delle emozioni che Paolo vuole comunicare.

DOMENICA 22 AGOSTO

Gozzano cortile Municipio - Bob Bonastre: Se il jazz, il rock e la musica contemporanea appartengono alla sua cultura, il suo lavoro sulla chitarra con corde di nylon gli ha aperto una nuova direzione, nella quale il sound è¨ importante tanto quanto la nota. Bob Bonastre, chitarrista eclettico di origine Franco Spagnola, vive a Parigi. Per molti anni suona Jazz ricercando un propria identità musicale che trova sfogo nelle sonorità della chitarra classica.

Da questa fusione nascono i suoi due album "Existence" e "Nature Arts" entrambi prodotti dall'etichetta tedesca "Acoustic Music Records". La sua musica suscita una visione del "viaggio" fuori e dentro se stessi per visitare quei territori ancora inesplorati che risiedono nell'immaginazione di noi tutti.

Grandi chitarristi come Claus Boesser-Ferrari, Tim Sparks gli hanno riconosciuto questa qualità di suono. Oggi suona le sue composizioni in concerti solisti, introducendo un linguaggio molto esteso, fatto di complesse armonie, tecniche differenti, come suonare con le bacchette cinesi o pezzi di carta, e una strabiliante voce di tre ottave. La sua musica parla di viaggi, viaggi interiori o attorno al mondo, e porta il pubblico da un continente all’altro, legando sempre emozione e spiritualità.

SABATO 28 AGOSTO

Gravellona Toce stazione Enel - Sergio Altamura: Un vero sperimentatore, deciso a spingere la chitarra oltre i propri limiti strutturali e culturali. Un compositore raffinato e maturo. Nato a Molfetta (Bari), inizia la sua attività concertistica nel 1985 esibendosi in vari gruppi rock. Dal 1993 si dedica completamente allo studio della chitarra acustica. Dal 1995 inizia la sua attività concertistica solista riscuotendo buoni consensi in Italia.

Nel 1998 da il via al progetto Ark Ensamble collaborando con il percussionista Pino Basile. Oltre all’attività concertistica, si dedica alla composizione di musiche per teatro, film e documentari. Noltre conduce seminari sulle varie tecniche della chitarra acustica contemporanea.

E’ laureato al DAMS di Bologna con una tesi di laurea in semiologia della musica che ha come argomento la musica per chitarra acustica. Vari sono i progetti discografici solistici, in duo in quartetto e come arrangiatore. Spicca il suo disco come solista prodotto da William Hackerman (fondatore della Windham Hill Records) registrato nel luglio 2004, registrato presso gli studi della Imaginary Road, VT, USA.

 

 

DOMENICA 29 AGOSTO

Pella Ronco chiesa S. Rocco - Alberto Caltanella: Flatpicking e fingerpicking si alternano e si fondono nel repertorio di un giovane artista che sta facendo parlare molto bene di se. Alberto inizia a suonare nel 1973; fino ai primi anni ’80, si dedica alla chitarra acustica e, dopo una “parentesi elettrica", dalla metà degli anni '90 ritorna alla sua vera passione: l’acustico.

Come compositore, propone brani originali arrangiati per una o più chitarre e nelle sue composizioni, a tratti, si respirano profumi di tradizioni celtiche che mi intrigano sempre moltissimo.Ha studiato teoria ed armonia col M° Luca Trevisan ed ha perfezionato il flatpicking con Beppe Gambetta.  Nel 2004 ha partecipato al progetto "36", un doppio compact pubblicato dall’etichetta Fingerpicking.net, che raccoglie brani di 36 chitarristi acustici. Con la stessa etichetta discografica, ha pubblicato il cd "Il profumo dell'acqua", un disco interamente acustico; la presentazione ufficiale è avvenuta alla IX edizione dell’ “Acoustic Guitar International Meeting" nel mese di Maggio 2006."

SABATO 4 SETTEMBRE

Suno chiesa S. Maria - Giovanni Ferro: Musicista colto e raffinato, Giovanni Ferro ha un approccio allo strumento abbastanza lontano dagli standard del fingerpicking tradizionale, quasi pianistico a tratti, più simile per certi versi al fingerstyle jazz. Ha suonato in vari gruppi come chitarrista pop e jazz con Enrico Terragnoli, Stefano Benini (duo flauto-chitarra), Beppe Zorzella, Carlo Ceriani,Teo Ederle, Emily Guerra, Gabry Vainiglia, Tommaso Castiglioni, Bobo Facchinetti, Francesco Casale, Franco Cortellessa, Francesco Palmas e i cantautori Marco Giacomozzi, Guglielmo Cappiotti, Stefano Orlandi.

Con il suo fingerstyle partecipa ai principali festival dedicati (Soave Guitar Festival, Sarzana Acoustic Meeting, Ferentino Acustica, S. Benedetto Festival, Galliate Master Guitar, Un Paese a Sei Corde, Madame guitar..) Nel 2009 è stato nominato "chitarrista emergente" dall'associazione A.D.G.P.A. ottenendo così la partecipazione al festival internazionale di Issoudun (Francia). Nel 2007 con Pado e Sisto Venturini fonda e l'associazione culturale ZONACUSTICA che si dedica alla chitarra e alla musica acustica. Nel 2005 con Zonacustica realizza "Chitarre per sognare", rassegna che si svolge annualmente a Colognola Ai Colli (Vr). Fa parte del Wine Guitar Clan, gruppo di chitarristi acustici a scopo benefico.

DOMENICA 5 SETTEMBRE

Orta Sacro Monte - Giovanni Pelosi e Rodolfo Maltese: Due storici chitarristi della capitale, due grandi amici che sul palco sono davvero nella loro dimensione ideale. Giovanni Pelosi nasce a Roma nel 1952, e suona, come chitarra elettrica solista in diversi gruppi, nel corso degli anni Sessanta e Settanta. Nel 1981, incontra il fingerstyle per chitarra acustica, tramite Giovanni Unterberger, il piu' importante chitarrista acustico, nonchè insegnante, in Italia.

Nello stesso anno, conosce Stefan Grossman nel suo "periodo italiano". Con simili amicizie, fu naturale, per Giovanni Pelosi divenire un chitarrista fingerstyle e realizzare i suoi primi arrangiamenti pubblicati nel libro "Beatles per chitarra fingerpicking" edito dalla Berben edizioni nel 1983. In concerto ha suonato con Giovanni Unterberger, Stefan Grossman, John Renbourn,Duck Baker e molti altri chitarristi italiani, mentre continua a realizzare arrangiamenti di numerosi brani.

Classe ’47, grazie al padre appassionato di jazz, di musica classica e della canzone napoletana tradizionale, Rodolfo Maltese si abitua fin da piccolo ad ascoltare anche se nei vari stili, la buona musica. La prima vera esperienza avviene intorno ai 16 anni, quando entra a far parte, come chitarrista, di un gruppo di ragazzi di età superiore alla sua, con i quali suona brani di musica leggera italiana ed anglosassone, come pure standard jazz, verso i quali Maltese già allora mostra un notevole interesse.

Intorno al 1962 si iscrive al conservatorio Boccherini di Lucca dove frequenta per tre anni il corso di tromba, continuando a suonare anche la chitarra.  Nel 1971 partecipa con gli Homo Sapiens al‘Festival Pop di Nuove tendenze", presentato da Edy Ponti alle Terme di Caracalla a Roma, dove conosce Vittorio Nocenzi, che proprio in quel momento sta formando quello che sarebbe diventato il Banco del Mutuo Soccorso. Da quel punto in poi finisce la storia e inizia la leggenda di uno dei gruppi italiani più innovativi.

 

 

SABATO 11 SETTEMBRE

Soriso parrocchiale di S. Giacomo - Sara Gianfelici: Splendida interprete del repertorio classico dal rinascimento al novecento, vincitrice di numerosi e prestigiosi premi e riconoscimenti internazionali. Talento precoce, Sara Gianfelici ha iniziato lo studio della chitarra all'età di sei anni nella città di Sanremo e ha tenuto il suo primo concerto all'età di dodici anni. Allieva di Ruggero Chiesa al Conservatorio "G. Verdi" di Milano fino al 1993, anno della morte del Maestro, si è brillantemente diplomata nel 1994 con Paolo Cherici, continuando poi a perfezionarsi con Lena Kokkaliari.

A Sara Gianfelici sono stati riconosciuti importanti meriti internazionali: ricordiamo il 4° Premio al "Concours Panafricain de Musique et des Arts" di Pretoria, Sud Africa, nel 1995, il 1° Premio al Concorso "Mauro Giuliani" di Bari, nel 1996, dove ha suonato in finale con l'orchestra il Concerto il La maggiore op. 30 di Giuliani e ha anche vinto il Premio "Edizioni Chanterelle" per la migliore interpretazione dell'opera di Mertz, o ancora il 1° Premio al Concorso "Marìa Canals" di Barcellona nel 1997. Dopo una parentesi dedicata alle lingue straniere, Sara è tornata ad affermarsi nell'ambito musicale con il successo del Premio "Ruggero Chiesa"-Città di Camogli dello scorso Ottobre, dove è risultata vincitrice ex-aequo e dove ha meritato anche il Premio speciale del Pubblico. Suona una Thomas Humphrey "Millennium" (New York) del 2005.

DOMENICA 12 SETTEMBRE

Gozzano Oratorio Madonna di Luzzara - Giulia Ballaré/Mariangela Pastanella: Due autentiche signore della chitarra classica, talenti emergenti che si stanno facendo apprezzare in giro per l’Italia e l’Europa. Giulia Ballarè inizia gli studi sotto la guida della M° Patrizia Giannone. A 11 anni è ammessa nella classe di chitarra del M° Francesco Biraghi al conservatorio di Novara, dal 2001 ha proseguito gli studi con il M° Guido Fichtner.

Nel luglio del 2009 ottiene il diploma di accademico di 1° livello, includendo nel programma d’ esame l’esecuzione dei 12 studi di Villa-Lobos in versione manoscritta. Nel 2008 ha ottenuto il secondo premio nei concorsi di chitarra di Mondovì, Vigevano e Lissone. Nel 2009 il primo premio di Mondovì. Si presenta ultimamente come solista in alcuni festival e altre occasioni: Musica Estate, XVII rassegna chitarristica; MITO per la città a Milano; Festa Europea della musica a Vercelli; IL mondo della chitarra di Novara. Ma ha suonato in diverse formazioni cameristiche suonando in duo con violino e flauto. Dal 2007 al 2009 ha formato un duo con la chitarrista Vittoria Pagani.

Nata a Taranto, Mariangela Pastanella si è laureata col massimo dei voti e la Lode al Conservatorio “G. Verdi” di Milano nella classe di Maria Vittoria Jedlowski. È stata allieva di Oscar Ghiglia all'Accademia Musicale Chigiana di Siena, ottenendovi il Diploma di Merito e la vincita di una borsa di studio. Si è perfezionata con diversi maestri in Italia e all’estero, in particolare con Ruggero Chiesa. Ha collaborato come performer e arrangiatrice in numerose produzioni discografiche e radio-televisive (“La scuola si aggiorna”-presso la RAI di Milano 1992, “Città della Musica” – presso la ORTIFILM STUDIO s.r.l. 1992, “Ci vediamo in tivù, ieri, oggi e domani”- condotto da Paolo Limiti per la RAI di Milano,“La Musica Dei Poveri” del complesso Mercanti di Liquore 2002).

SABATO 18 SETTEMBRE

Pogno sala Polivalente - Carlo Pestelli e Alex Gariazzo: ‘Un’ora d’aria’ è titolo del nuovo disco di Pestelli, di cui Gariazzo ha curato gli arrangiamenti. Un lavoro intenso e coinvolgente, come il loro spettacolo. Chitarrista e cantante autodidatta, Alex Gariazo si perfeziona nella tecnica flatpicking con il chitarrista genovese Beppe Gambetta e frequenta seminari di jazz, blues e improvvisazione con i chitarristi Bill Frisell, Carl Verheyen e Scott Henderson.

Dal 1995 è cantante e chitarrista della TREVES BLUES BAND, storico gruppo italiano guidato dal grande armonicista milanese Fabio Treves, con il quale ha all'attivo 5 cd (l'ultimo è "Live 2008" edito da Red & Black Records/Venus, 2008) e centinaia di concerti in Italia e all'estero, oltre a svariate partecipazioni radiofoniche e televisive. Insegna chitarra presso la scuola di musica "SONORIA" di Cossato (BI) ed è uno dei tre direttori artistici dell'Orchestra Provinciale Laboratorio Biellese, ensemble che fonde musica classica e moderna creato con il sostegno dell'Amministrazione Provinciale di Biella nel 2005.

Carlo Pestelli vive a Torino dove è nato nel 1973. Inizia giovanissimo col pianoforte, ma è con la chitarra che a quattordici anni scrive la sua prima canzone. Negli anni 2001 e 2002 è l’ideatore e il direttore artistico della rassegna "Chansonnier Torino". Nell’agosto del 2006 è stato invitato da Enrico De Angelis a suonare al festival nazionale Dallo sciamano allo showman tenutosi in Val Camonica. Nel 2007 musica alcune poesie dell’ultimo libro di Pier Mario Giovannone (L’infinità decrescente, ed. Nero su bianco, Cuneo, 2005) per uno spettacolo ideato e realizzato con l’attrice Tatiana Lepore e l’organettista Filippo Gambetta. Nel maggio 2009 presenta in anteprima ufficiale al Folk Club di Torino, Un’ora d’aria (ed. block note), il suo nuovo disco a cui hanno collaborato Alex Gariazzo per gli arrangiamenti e alcuni jazzisti di grande rilievo come Gianni Coscia e Giorgio Li Calzi.

 

 

DOMENICA 19 SETTEMBRE

Pella Alzo chiesa S. Giovanni - Reno Brandoni e Giorgio Cordini: Blues e musica d’autore possono coesistere? A sentire ‘Anema & Corde’, il loro ultimo Cd assieme, pare proprio di sì. E il riisultato è quanto mai appassionante. Reno Brandoni ha iniziato la sua carriera chitarristica professionale nel 1979 e negli anni ‘80 ha collaborato e suonato con i più importanti chitarristi dell’epoca come Stefan Grossman, John Renbourn, Dave Van Ronk e Duck Baker.

Ha collaborato con Andrea Carpi alle trascrizioni del manuale di “Chitarra Folk” ed ha pubblicato per Happy Grass i due volumi: “le Chitarra di Giovanni Unterberger in tablatura” e “Chitarristi Italiani, la loro musica le loro idee”. Dopo alcuni anni di abbandono della attività musicale nel 2000 ha fondato il sito web Fingerpicking.net ritornando così alla musica ed alla attività concertistica, nella quale propone le sue numerose composizioni, vecchie e nuove, arricchite da classici del blues e da arrangiamenti personali .

Ha pubblicato i cd Bluesando (1984), Zingarom (2005), Yelda (2006). In duo con Giorgio Cordini ha realizzato nel 2008 un cd dal titolo “Anema e Corde”. Veneziano, autodidatta, Giorgio Cordini si trasferisce a Brescia alla fine degli anni sessanta. In quel periodo incontra Mauro Pagani, ed Insieme a lui suona, quando la PFM ancora non esiste, in due formazioni denominate “JB Club” e “Forneria Marconi”. Ha partecipato come chitarrista alla tournèe de "Le Nuvole" di Fabrizio De André ('91), alle successive teatrali, al tour del '97 "Anime salve" ed all’ultimo “Mi innamoravo di tutto” (’98). Ha collaborato inoltre con artisti italiani quali Irene Fargo, Cristiano De Andrè, Massimo Bubola, Nada, Oliviero Malaspina.
 
 

Comments

AlbertSun, 05/30/2010 - 17:40 May 30, 2010

Ciao Lasteriani,
mi farebbe molto piacere incontrarvi sabato prossimo in occasione della "megapresentazione ufficiale" del CD "34 Volte Amore". Un plauso di merito agli organizzatori Lidia e Domenico de La finestra sul lago, che sono davvero riusciti in poco tempo a proporre un cartellone molto interessante.
E bravo al nostro Dario Fornara il cui contributo è stato fondamentale.

Allora noi, 34isti, vi aspettiamo con ansia!

Albert
http://www.albertocaltanella.net

hardpickerSun, 05/30/2010 - 19:45 May 30, 2010

Sarà il maggior rapporto tra km fatti e pezzi suonati: 1500/1 per me e gli altri romani, oltre 2400/1 per Dante Monno, che tanti chilometri dovrà farsi per suonare la sua versione di Agnese di Ivan Graziani.
Un segnale di quanto per noi sia importante questa cosa, e non certo per sperare di vendere qualche copia del CD.
Lidia e Domenico sono stati grandi a darci questa opportunità, e li ringrazio di cuore. Il resto sta a noi, ed a  chi di voi vorrà venire ad assistere.

Tutta la manifestazione mi sembra pensata bene, con località che meritano d essere visitate ed artisti che meritano di essere ascoltati (non dovrei essere io a dirlo visto che parteciperò, ma mi riferisco, ovviamente, agli altri).

Un in bocca al lupo alla Finestra Sul Lago!

Ciao,
Giovanni

hardpickerSun, 05/30/2010 - 21:37 May 30, 2010

ma, Maestro...suoneremo la sera, oppure non ci ho capato un chiz..

LeonardoMon, 05/31/2010 - 14:21 May 31, 2010

mi sa che ci faccio una scappata... E porto il Prof. De Luca

AlbertMon, 05/31/2010 - 13:20 May 31, 2010

e mi raccomando..
la mortadella dello stand Laster del GMG2009 che devo ancora assaggiare!!!

;-)

Albert
http://www.albertocaltanella.net

DanieleBazzaniMon, 05/31/2010 - 21:30 May 31, 2010

Lasteriani, se venite e non vi introducete, vi tolgo il saluto! (che non vi avrò dato perchè non vi sarete introdotti...)

vabbè, me sò capito!